Piccola guida per differenziare un paio di collant

Come dico sempre, non c’è futuro nel mercato, o almeno non un futuro roseo di quello che auguro ai miei studenti, per chi rimane indifferenziato e si limita a fare quello che fanno gli altri ma a un po’ meno.

La strategia tipica del “miglior prodotto al prezzo più basso” è destinata a portarti al fallimento sotto ogni punto di vista.

Infatti, la diretta conseguenza è quella di veder tagliati i margini della tua attività, costringendoti a lavorare di più per guadagnare di meno, facendo venire meno le risorse necessarie per costruire il tuo marketing, magari costringendoti a tagliare le provvigioni dei tuoi venditori e via dicendo.

Insomma, da queste tre righe è già evidente come la strategia “di più a meno” non sia vincente.

Nel caso ti servissero altre prove, ci basta ricordare che fine ha fatto Mercatone Uno che aveva come payoff “l’universo del risparmio”, un’azienda fallita che ha lasciato in difficoltà centinaia di famiglie.

Torniamo però a noi, non è di Mercatone Uno che volevo parlarti, quando si tratta di differenziarsi vedo sempre più spesso i miei studenti quasi paralizzarsi.

Capisco effettivamente che non sia facile, in un mercato iper saturo come quello in cui ci troviamo, individuare un elemento che ti renda la scelta migliore per il cliente, ma è fondamentale.

In realtà però, esempi di aziende che trovano una loro differenziazione anche nei mercati più inflazionati se ne trovano in abbondanza.

Un esempio?

Prendiamo le calze collant da donna, ora io non sono un grande esperto, ma tendenzialmente si trovano un po’ ovunque, in negozi di vestiti, in catene come Calzedonia, Golden Point e via dicendo (ho fatto le mie ricerche).

In ognuno di questi negozi il processo è molto semplice, entri, la classica commessa ti aggredisce con un “se ha bisogno di qualcosa…”, ti fa vedere qualche modello in base alla tua taglia e al tuo gusto personale, tu compri e addio fino alla prossima volta.

E questo è il processo di acquisto più o meno in qualsiasi negozio che venda una qualsiasi cosa.

Perché una calza dovrebbe essere diversa dall’altra? Tutto gira intorno a quanto sono resistenti e quanto è bella la fantasia, ma non c’è molto altro che possa segnare un vero punto a favore di uno piuttosto che di un altro brand.

Come si fa a rendere diverso quindi questo prodotto?

Ci è riuscita una piccola azienda francese, Gambettes Box, che ha deciso di vendere calze collant in abbonamento.

Il concetto che esprimono è semplice: “le calze si rompono, sappiamo tutti che questo succede, quindi quando stai per uscire con il tuo vestitino addosso, ti rendi conto che non hai calze con il quale indossarlo e ti tocca rinunciare a metterlo… evita che questo accada abbonandoti a Gambettes Box!”.

Un’idea così semplice, unita ad atmosfere francesi che fanno pensare ad eleganza, stile e tutte quelle cose femminili che piacciono alle donne, ha decretato i primi successi di quest’azienda.

Il processo d’acquisto poi è semplicissimo, ti abboni dal sito online e con una cifra fissa mensile ricevi due paia di calze a sorpresa ogni mese.

In questo modo il brand in questione può prevedere le entrate mese dopo mese, sapendo quante abbonate ha, per quanto tempo queste continuano a comprare e quante in media si disiscrivono.

Esempi del genere sono fondamentali da tenere a mente, perché la verità è che non esiste un settore differente, non esiste un prodotto che non si possa diversificare e non esiste un’attività nella quale tu possa incrociare le braccia, aspettando che i clienti vengano da te attirati dalla convenienza.

Tornando un attimo al nostro brand di calze in abbonamento, basta forse trovare un’idea e far sì che le gente corra? Ovviamente no, Gambettes Box ti invia a casa, insieme al prodotto, una brochure in cui racconta una storia ogni mese, fa sponsorizzate online, raccoglie le mail e comunica costantemente con la sua lista…

Insomma, attua alcune di quelle strategie delle quali ti parlo nel Circolo degli Imprenditori. Ogni mese infatti, condivido con i miei studenti abbonati:

  1. Dossier Cartaceo di Frank Merenda, con tutte le novità in ambito marketing che saranno RISERVATE ai soci del Circolo (non saranno reperibili altrove).
  2. Inserto speciale di Moreno Bonechi, sulla marketing automation e sull’acquisizione clienti dall’online all’offline.
  3. Fascicolo esclusivo sul copywriting di Roberta Parente.
  4. Webinar Mensile con Moreno Bonechi, Roberta Parente e Raffaele Di Cristo.
  5. Aggiornamento dell’Area Riservata. Ogni mese caricheremo (di media) circa un’ora e mezzo di video a porte chiuse di me che faccio formazione ai miei soci e al mio staff più ristretto.
  6. “Brand Report” aggiornato di mese in mese, dove i miei insegnanti di Brand Positioning, Al e Laura Ries, risponderanno direttamente alle domande dei soci del Circolo.
  7. SPREMERE I LIMONI: è il corso che ti rivela come aumentare fino a 10 volte il tuo fatturato fin da subito.
  8. Privilegi dei SOCI del Circolo degli Imprenditori: i soci del Circolo degli Imprenditori avranno offerte speciali sui corsi e sugli eventi Made in Planet Frank.

Inoltre, ora puoi accedere al Circolo degli Imprenditori anche tramite l’app di Metodo Merenda, la prima piattaforma modello Netflix per la formazione business nel mondo.

Esattamente come con Netflix, accedi e visualizzi. Oppure scarichi il contenuto sul tuo dispositivo in modo da poterne usufruire anche quando sei disconnesso o in viaggio.

Cosa aspetti a goderti tutto questo ben di Dio?

Clicca sul pulsante QUI sotto e ottieni maggiori informazioni su come diventare socio del mio Circolo degli Imprenditori!

Rock ’n’ Roll!!!

Frank

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Compila questo campo
Compila questo campo
Inserire un indirizzo email valido.

Menu