Don Peppinu: Il Gelato Originale Siciliano n°1 in Italia

Gelateria RICCA, Gelateria POVERA

L’immagine sulla sinistra mostra una gelateria della catena Don Peppinu, (ex Tasta, naming che abbiamo “rimosso in toto” nonostante fosse un nome già molto conosciuto), poco dopo aver effettuato il re-branding con il Metodo Merenda/Ries.

Il locale, di oltre 300mq come si vede non solo è tutto pieno ma mostra una lunga fila in attesa di poter assaggiare “Il Gelato Originale Siciliano N°1 in Italia” anche fuori dalla porta, registrando un +53% rispetto al periodo precedente.

Siamo a Marzamemi, non a Milano, una frazione di Pachino in provincia di Siracusa che conta ben 367 abitanti.

Sulla destra, la foto ritrae nel medesimo istante una gelateria che si trova a pochi passi da Don Peppinu, completamente vuota. Gelateria che però è anche ristorante, bar, caffetteria ecc…ecc…

  • Stesso settore
  • Stesso paese
  • Stesso orario
  • Stessa via

MA

  • Brand differente,
  • Focus differente,
  • Marketing differente.

Ora dirò una cosa che verrà fraintesa per forza e mi renderà particolarmente impopolare, ma la dico comunque.

C’è un motivo speciale per il quale io letteralmente GODO per Don Peppinu.

E non è solo perché voglio bene a Peppe Flamingo, ammiro i suoi sogni e credo nei suoi progetti.

E nemmeno solo perché il brand che abbiamo creato funziona. Ne ho creati una marea di brand, tutti funzionanti alla perfezione.

No, Don Peppinu mi fa godere perché pur essendo anche a Milano per dire, nasce e prospera nel buco del culo della Sicilia.

Una terra splendida, incredibile, magica, il centro della Magna Grecia, l’inizio e la fine di tutto.

Una terra però bistrattata dai suoi abitanti. Abituati alla giustificazione, alla lamentela, all’aspettare lo Stato, al pianto che “in Sicilia non si può fare niente perché…bla bla bla”.

VAFFANCULO!

Don Peppinu é la nostra risposta a un popolo intero abituato a chiagnere. E non solo ai siciliani ma a tutti coloro i quali abitando al sud in genere hanno sempre la scusa pronta per non fare.

Don Peppinu è il baluardo dell’Italia tutta, non solo del Sud, che dimostra come partendo da zero, in una regione bistrattata in termini di business, dove nemmeno gli abitanti credono nelle loro potenzialità, si possano realizzare i sogni.

Uno la vita la vive dove vuole, ci mancherebbe. Ma se non si cerca per forza un lavoro da dipendente statale o da dipendente in genere, non è necessario emigrare.

Si può rimanere nella propria terra, prosperare, diventare noti in tutta Italia prima e nel mondo poi, dare lavoro a tante famiglie, creare benessere per il territorio ecc…

I problemi del territorio non si risolvono con lo Stato. Non si risolvono aspettando Gesucristo. Non si risolvono pagando il pizzo. Non si risolvono “arrangiandosi”. Da NESSUNA PARTE.

I problemi si risolvono solo in un modo. Facendo impresa e creando il futuro che si desidera per sé e per gli altri.

Ode a Don Peppinu, orgoglio della nuova imprenditoria italiana che nasce nel profondo sud, senza agganci, senza favori, senza capitali incredibili, senza niente.

Solo con il lavoro duro di un leader come Peppe e del suo team e con una strategia corretta.

1, 10, 100, 1000 Don Peppinu.

Anche tu vuoi avere una “folla affamata” davanti alla tua azienda mentre i concorrenti “fanno la fame”?

Se muori dalla voglia di scoprire quali sono le altre promesse che mi impegno a farti, clicca sul pulsante QUI sotto.

Rock ’n’ Roll!

Frank

4 Commenti. Nuovo commento

  • filippo pastrello
    Settembre 13, 2019 9:42 pm

    Straordinario esempio grazie

    Rispondi
  • Angelo Murè
    Marzo 9, 2021 6:16 pm

    Da nativo del posto (Portopalo di Capo Passero circa 6 Km da Marzamemi) ed abito al Nord da una vita. Posso dire che a Marzamemi come in altri posti in Sicilia ci sono persone che non vogliono piangersi addosso e creano aziende anche piccolissime con una passione ed una volontà che non hanno nulla da invidiare a brand famosi e potenti. Una verità è quella che ci sono almeno altre cinque gelaterie a Marzamemi nel periodo estivo ma nessuna ha la fila fuori come a Don Peppinu.
    Quando torno al paesello in vacanza una sosta ad assaggiare gusti nuovi e di qualità altissima per me e la mia famiglia è diventata una tappa fissa.

    Rispondi

Rispondi a filippo pastrello Annulla risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Compila questo campo
Compila questo campo
Inserisci un indirizzo email valido.

Menu